Input your search keywords and press Enter.

Ribes nero, un vero e proprio antinfiammatorio naturale

Medicinali naturali, prova il ribes nero

Prenditi cura del tuo organismo in modo naturale, scopri come usare il ribes nero come un vero e proprio rimedio antinfiammatorio

Piante medicinali, scopri quali usare

Il ribes nero è considerato un elisir contro infiammazioni, malanni stagionali e stress, ed è l’alternativa naturale al cortisone. Aiuta il sistema immunitario a difendere l’organismo da allergie e influenza. Si differenzia dal ribes rosso per il colore, l’aroma ma anche l’utilizzo erboristico.

Si utilizzano diverse parti della pianta: le foglie, depurative e diuretiche, si usano in fitoterapia sotto forma di infusi e tintura madre. I frutti, invece, ricchissimi di acido citrico, vitamina C, polifenoli, oligoelementi, antociani e flavonoidi, sono preziosi per le loro capacità astringenti, vasoprotettrici e rinfrescanti. Sono anche indicati sotto forma di succhi o infusi contro la fragilità capillare. Il gemmo derivato del ribes nero, infine, si usa a scopo antinfiammatorio e antistaminico, sia a livello cutaneo che delle vie respiratorie. L’azione immunostimolante della pianta inoltre combatte la stanchezza e aumenta la resistenza al freddo.

Gli estratti di ribes nero sono ottimi contro il mal di testa, mentre il decotto di foglie è indicato anche per fare dei risciacqui in caso di mal di gola o infiammazioni della bocca. Per sfruttarne tutti i benefici antidolorifici, antistress e immunostimolanti, si può anche assumere in forma di compresse reperibili in erboristeria e in farmacia tutto l’anno.

Ma come tutte le piante e i rimedi naturali, anche il ribes nero presenta delle controindicazioni. È importante non protrarne l’assunzione oltre i tre mesi. A lungo andare, infatti, potrebbe causare ritenzione di liquidi. Inoltre non è indicato per chi soffre di ipertensione arteriosa perché questo rimedio aumenta la pressione sanguigna.

E se pensi già all’estate scopri quali benefici ti riserva il cocco, come consumarlo e quanto mangiarne per essere sempre al top!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *