Input your search keywords and press Enter.

Ravanelli: ortaggi depurativi ricchissimi di proprietà benefiche

Porta in tavola i ravanelli e scopri i benefici

Scegli il benessere per il tuo organismo anche attraverso ciò che mangi: scopri tutte le qualità nutritive e benefiche dei ravanelli

Salute in tavola, ecco gli ortaggi da scegliere

I ravanelli sono ortaggi appartenenti alla famiglia di cavoli e broccoli. Si raccolgono principalmente nel periodo tra maggio e luglio e sono ricchissimi di benefici e nutrienti preziosi.

Le radici si presentano tondeggianti e di colore rosso o bianco, mentre le foglie in superficie di un bel verde acceso. Si possono consumare entrambe le parti della pianta, sia a crudo che all’interno di diverse ricette. La radice dei ravanelli, però, è sicuramente la parte più caratteristica sia come sapore che come colore. Il gusto è assolutamente unico e inconfondibile, con una nota leggermente piccante e pungente e una consistenza fresca e croccante.

E’ un ortaggio ricchissimo di nutrienti tra cui spiccano vitamina B e acido folico, vitamina C, vitamina E, fosforo, potassio, magnesio e ferro. Contiene inoltre un’altissima dose di beta caroteni e altre sostanze antiossidanti utili a combattere i radicali liberi e le cellule tumorali.

Tra le proprietà che può vantare questa piccola piantina ce ne sono diverse:

  • diuretica, utile in caso di infiammazione ai reni e bruciore
  • depurativa, per la salute dei reni
  • sedativa, contro tosse e bronchite
  • stimolante dell’attività di fegato e cistifellea
  • lassativa, per il corretto transito intestinale

Proprio grazie alla grande quantità di fibre che contiene, inoltre, è un alimento molto utile in caso di dieta perché aumenta il senso di sazietà. Anticamente, poi, era ritenuto utile anche in caso di febbre e infiammazioni se consumato sotto forma di decotto.

I ravanelli sono un alimento adatto a tutti, in base al proprio gusto, e non presenta particolari controindicazioni. Un’assunzione eccessiva, tuttavia, potrebbe causare gonfiore addominale e aggravare i sintomi di gastrite e calcoli renali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *