Input your search keywords and press Enter.

Farina di teff, l’alternativa integrale che arriva dall’Africa

Qualità e benefici della farina di teff, il cereale semi sconosciuto ma ricchissimo di nutrienti

Porta un sapore nuovo e tanta salute sulla tua tavola con la farina di teff, un cereale che arriva dall’Africa che contiene moltissimi nutrienti ideali per tutto l’organismo

Farina di teff, come usarla

Il teff è un cereale originario dell’Africa centrale. Ne esistono due varietà, uno bianco e uno rosso. La versione bianca è considerata più raffinata e dà come risultato una farina più chiara.

Il seme del teff è così piccolo che è impossibile eliminare il germe dalla crusca, e per questo conserva intatto il suo contenuto di fibre. E’ facilmente reperibile in Europa sotto forma di farina, che ha le stesse qualità nutritive del cereale intero.

E’ un cereale senza glutine, ricchissimo di fibre, calcio, potassio e amidi, ideale per la dieta celiaca e per i diabetici. Contiene inoltre proteine, amminoacidi, niacina e vitamina B, ed è un alimento facilmente digeribile.

Le funzioni principali attribuite al teff e alla farina che ne deriva sono diverse, ecco le principali:

  • Controlla lo stimolo della fame
  • Regola i livelli di zucchero nel sangue
  • Stimola la regolarità intestinale
  • Previene le infiammazioni del colon
  • E’ antiossidante su tessuti e organi
  • E’è un ottimo integratore alimentare

I granelli crudi si possono mangiare al naturale o come sostituto di semi o noci nelle ricette. Il sapore ricorda quello della noce, inoltre più scuro è il seme, più il sapore è forte.

E’ perfetto anche come addensante per zuppe e stufati., ed i granelli cotti si sposano benissimo con i legumi e il tofu.

La farina di teff è indicata per preparare il pane, ma anche per dolci come biscotti, torte, pasta brisée e pancakes oppure ricette salate come pizza, crackers, grissini, biscotti e tanto altro.

Ma questa non è l’unica farina alternativa da usare in cucina. Scopri anche tutti i segreti della farina di soia e come usarla in cucina!

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *