Input your search keywords and press Enter.

Celiachia: 15 farine alternative al frumento per poterle usare in cucina

In commercio, oltre ai prodotti senza glutine, esistono 15 tipi di farina che tutti i celiaci possono usare per preparare ricette

Oggigiorno la celiachia è una delle malattie croniche autoimmunitarie più diffuse al mondo, infatti studi compiuti sulla popolazione in Europa, India, Sud America, Australia e negli Stati Uniti indicano che la prevalenza nei bambini può essere compresa tra lo 0,33% e l’1,06%, e tra lo 0,18% e l’1,2% negli adulti. Purtroppo come ben si sa non esiste una cura per questa patologia, ma l’unica terapia riconosciuta è una corretta alimentazione a base di cibi senza glutine da consumare per tutta la vita, per non far insorgere gravi conseguenze che il glutine può causare all’intestino di chi soffre di celiachia.

Fortunatamente in commercio esistono diversi marchi che producono numerosi prodotti senza glutine adatti ad ogni gusto ed esigenza dei consumatori, ma per chi vuole sperimentare nuovi sapori e ricette e poter usare la farina nella propria cucina quotidiana per cucinare qualsiasi cosa si voglia sia salato che dolce, esistono in commercio anche diversi tipi di farina alternativa per preparare dolci, biscotti, pane, pizza e molto altro ancora, ideali per tutti i celiaci che amano la buona cucina, integrando così un cibo nuovo nella propria nutrizione e allo stesso momento sano per il proprio organismo.

15 farine senza glutine adatte ai celiaci

Le farine prodotte con cereali senza glutine sono tante, alcune di esse sono anche facili da trovare, infatti si possono semplicemente acquistare al supermercato o presso i negozi specializzati. Nello specifico le farine senza glutine sono ben 15, ecco quali sono:

  • Farina di miglio
  • Farina di mais
  • Farina di riso
  • Farina di castagne
  • Farina di grano saraceno
  • Farina di mandorle
  • Farina di nocciole
  • Farina di ceci
  • Farina di soia
  • Farina di quinoa
  • Farina di amaranto
  • Farina di canapa sativa
  • Farina di sorgo
  • Farina di teff
  • Farina di lupini

Queste farine possono essere usate come ingredienti alternativi al frumento per preparare numerose ricette sia per il dolce che per il salato, inoltre possono essere usate anche come addensanti o per impanatura e gratinatura di verdura e carne, senza rinunciare al gusto e ai propri piatti preferiti.

Però bisogna sempre ricordare e fare attenzione che anche le farine naturalmente senza glutine possono essere soggette al rischio di contaminazione incrociata durante la lavorazione e il confezionamento, e quindi è necessario assicurarsi al momento dell’acquisto che sul sacchetto o la scatola della farina sia presente il logo di certificazione ufficiale rappresentante il simbolo della spiga barrata, che indica che il prodotto sia completamente privo di glutine.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *