Input your search keywords and press Enter.

Autoproduzione cosmetica, gli ingredienti indispensabili

Materie prime indispensabili per l’autoproduzione cosmetica

Inizia il tuo percorso di autoproduzione cosmetica acquistando gli ingredienti indispensabili

Bellezza naturale fai da te, cosa serve

Per iniziare a preparare cosmetici homemade si può partire prendendo gli ingredienti necessari dalla dispensa, per poi aumentare la difficoltà con materie prime sempre più complesse. Per iniziare, però, non è necessario acquistare molti ingredienti: è sufficiente stilare una lista con i prodotti indispensabili da avere. Si tratta di poco più di una decina di materie prime che permettono di formulare preparazioni di base.

Ecco quindi gli indispensabili da scegliere al primo acquisto:

  • Olio vegetale. Ottimi cocco, argan, rosa mosqueta o jojoba da sceglire in base al tipo di pelle. Da tenere sempre a portata di mano comunque anche girasole, soia, vinaccioli e anche l’olio extravergine d’oliva.
  • Burro. Si può scegliere tra karitè, cacao o mango. Il burro di karitè si può usare anche puro o abbinato alla cera d’api.
  • Olio esterificato. Idrata senza ungere ed è indispensabile per pelle o capelli e per formulare i cosiddetti oli secchi.
  • Emulsionante. L’ideale per iniziare è un emulsionante unico, che combina la parte idrofila e quella lipofila.
  • Oli essenziali. Indispensabili sia per il profumo che per la ricchezza di attivi che contengono.
  • Condizionante per capelli. Serve per lo più per creare balsami e trattamenti nutrienti per i capelli.
  • Attivo per la pelle. Aacido ialuronico, bisabololo, allantoina e coenzima Q10, ognuno indicato per un determinato effetto sulla pelle.
  • Attivo per i capelli. Pantenolo, inulina, proteine della seta, del grano o del latte sono utili per i balsami, ma anche per prodotti per viso e corpo.
  • Gelificante. Ottima la xantana che si adatta a quasi tutte le formule.
  • Glicerina. Vegetale o no è presente in tutte le ricette per aumentare il potere idratante e umettante e per migliorare la texture dei prodotti finiti.
  • Regolatore di ph. Cartine al tornasole, acido lattico per abbassare il ph e soluzione di soda caustica per alzarlo non possono mancare per essere sicuri della tollerabilità cutanea dei prodotti finiti.
  • Conservante. Indispensabile per evitare la formazione di muffe e batteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *