Input your search keywords and press Enter.

Anice stellato, bello da vedere e ottimo per la salute

Scopri l’anice stellato, il frutto essiccato a forma di stella utilissimo in cucina e non solo

L’anice stellato è un’ottima spezia per insaporire pietanze dolci e salate, ma è anche un rimedio contro tanti piccoli fastidi dell’organismo, ecco come utilizarlo

Prova subito l’anice stellato!

L’anice stellato, come dice il nome stesso, è il frutto a forma di stella di una pianta diffusa in Asia e in Sud America, e viene usato in cucina come spezia e in casa come rimedio fai da te. Al giorno d’oggi viene ancora coltivato per lo più in Cina e nelle zone orientali.

Si utilizza il fiore essiccato, caratterizzato da otto punte legnose che contengono altrettanti semi oleosi. Si può acquistare sia intero che macinato e il suo sapore somiglia a quello della liquirizia.

E’ conosciuto specialmente per le sue proprietà digestive, antiossidanti, espettoranti, antimicrobiche e galattogene (in maternità, stimola la produzione di latte materno). Le industrie farmaceutiche utilizzano l’acido scichimico contenuto all’interno dei fiori di anice per la produzione di vaccini contro l’influenza.

Per beneficiare al massimo di tutte le qualità dei fiori di anice si può usare sia il frutto intero che polverizzato. Ne bastano pochi grammi per insaporire diversi piatti, tisane e tante altre preparazioni.

E’ possibile acquistarlo in tutti i negozi ben forniti, le erboristerie e anche online. Bisogna però fare molta attenzione a non acquistare la varietà giapponese (vietata in Europa), velenosa anche in piccole dosi.

L’anice stellato non è indicato nei bambini perché può provocare intossicazioni, mentre negli adulti tutte le controindicazioni sono dovute all’assunzione di dosi massicce di prodotto. Tuttavia, data la sua composizione è bene non consumare anice contemporaneamente all’assunzione di medicinali perché potrebbe influire sull’efficacia.

In commercio si può trovare anche l‘olio essenziale di anice stellato, utilissimo per combattere tanti piccoli fastidi dell’organismo, scopri qui come utilizzarlo al meglio!

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *