Input your search keywords and press Enter.

Stevia: tutte le proprietà del dolcificante naturale a zero calorie

Dolcezza senza calorie, ecco la stevia

Prediligi un’alimentazione più sana e naturale e scegli la stevia, il dolcificante senza calorie ideale per ridurre l’uso dello zucchero

Sapori di natura, quali alimenti scegliere

La stevia è un dolcificante naturale estratto dalla stevia rebaudiana, una pianta presente che cresce nelle zone del Brasile e del Paraguay.

I principi attivi della stevia sono lo stevioside e il rebaudioside A, che si trovano in tutte le parti della pianta, ma sono più concentrati nelle foglie. Il dolcificante in commercio, infatti, si ottiene dalle foglie secche. E’ molto più potente del comune saccarosio o delle alternative chimiche: la stevia, infatti, è infatti 300 volte più dolce dello zucchero e ne basta quindi pochissima per dolcificare le bevande come tè o caffè. A differenza dello zucchero e degli altri edulcoranti, inoltre, non ha alcun valore nutritivo, cioè ha zero calorie, il che la rende il dolcificante ideale per chi è a dieta.

Ma questa pianta straordinaria non è solamente un dolcificante naturale: si tratta anche un alimento benefico per la salute. Le foglie sono ricche di minerali importanti come manganese, potassio, zinco e ferro, e in più contiene anche vitamina C e vitamina A. Tra i vari nutrienti che contiene, inoltre, ci sono anche i flavonoidi, potenti antiossidanti che aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi.

La stevia contribuisce anche a mantenere sotto controllo il colesterolo cattivo nel sangue (colesterolo LDL) ed è quindi un valido alleato per chi è affetto ipercolesterolemia e nei casi di predisposizione alle patologie cardiovascolari. Consumare stevia, tra i vari benefici, è utile anche nei casi di ipertensione, grazie all’effetto ipotensivo dei principi attivi presenti della pianta.

Grazie alle sue proprietà è un dolcificante consigliato anche a chi soffre di diabete, poiché agisce modificando il funzionamento delle cellule pancreatiche che producono insulina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *