Input your search keywords and press Enter.

Sodio lattato, acidificante e conservante per i tuoi cosmetici homemade

Sodio lattato, ecco tutte le funzioni che ha all’interno dei tuoi cosmetici fai da te

Scegli bene le materie prime con cui preparare i tuoi cosmetici casalinghi e usa solamente ingredienti sicuri e affini alla pelle come il sodio lattato, l’agente idratante e umettante completamente ecobio

Sodio lattato, cos’è e come si usa

Il lattato di sodio, o sodio lattato, è un sale naturale derivato dall’acido lattico. E’ un additivo usato nell’industria alimentare come conservante e antibatterico, ad esempio nei prodotti dolciari e caseari confezionati.

Oltre che nell’industria alimentare è molto usato anche in quella cosmetica per la formulazione di shampoo, creme, lozioni e saponi. In questo caso serve per conservare l’umidità naturale della pelle dopo l’applicazione dei cosmetici e per mantenere il PH a livelli ottimali. Se utilizzato in combinazione con altri elementi il sodio lattato è utile come idratante, antiossidante e stabilizzante per creme ed emulsioni.

Viene venduto puro oppure in soluzione al 50% o 60% a seconda del tipo di preparazione cosmetica. Nelle creme homemade si utilizza in percentuale non superiore al 5% per non compromettere la stabilità del composto. Inoltre in alcuni casi può sostituire la glicerina nella formulazione, specialmente nelle creme antiage e setificanti.

Inserito durante il processo di saponificazione a caldo rende più fluida la crema di sapone in fase di preparazione e gli conferisce più durezza una volta essiccato, inoltre favorisce una schiumosità maggiore e più compatta.

E’ possibile anche preparare il sodio lattato in casa utilizzando una formula a base di acido lattico,acqua e soda caustica, ma è sempre bene evitare di provare questo tipo di formulazioni senza la dovuta esperienza.

Ma il sodio lattato non è l’unico elemento presente all’interno dei cosmetici che puoi utilizzare anche per la produzione homemade. Scopri anche tutte le funzioni dei liposomi e come usarli all’interno delle tue preparazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *