Input your search keywords and press Enter.

Soda caustica: uso sicuro per le formule casalinghe

Prepara il tuo sapone naturale in modo sicuro usando la soda caustica senza rischi

Non aver paura di usare la soda caustica per la formulazione casalinga del sapone, ecco come fare senza correre alcun rischio per la tua salute e per la pelle

Soda caustica, ecco come usarla in modo sicuro

La saponificazione casalinga è un processo chimico che permette di preparare saponette a base di ingredienti naturali. Questo tipo di lavorazione rende il sapone molto plastico e delicato sulla pelle. Chimicamente la materia grassa viene trasformata in sapone dall’azione della soda caustica, diluita in un liquido, solitamente acqua.

La soda caustica è un ingrediente fondamentale del sapone naturale ma si trasforma del tutto durante la reazione con i grassi. Ciò vuol dire che non si può formulare un sapone naturale senza soda, ma che il prodotto finito è assolutamente sicuro perché non ne contiene più.

Ha un alto potere corrosivo pur trattandosi di una materia prima naturale, quindi va maneggiata seguendo diverse precauzioni per prevenire ustioni. Occorre indossare degli occhialini per proteggere gli occhi, guanti di gomma e una mascherina per riparare il naso e la bocca dal vapore che produce quando viene diluita.

Si può acquistare nei negozi di bricolage e fai da te sotto forma di scaglie oppure liquida, ma per la saponificazione bisogna usare le scaglie.

Nel sapone si usano per lo più grassi e oli, scelti a seconda delle loro funzioni e soda caustica diluita. In base al risultato che si vuole ottenere poi si possono aggiungere fragranze, attivi cosmetici, coloranti, miche e tanti altri ingredienti.

E’ sempre opportuno seguire le istruzioni riportate sulla formula del sapone che si vuole preparare e non aggiungere ingredienti diversi per evitare reazioni chimiche pericolose e danni alla pelle.

Ma la soda on è l’unico ingrediente naturale che si usa in cosmetica. Scopri come viene impiegato il miele nei cosmetici e a cosa serve!

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *