Input your search keywords and press Enter.

Semi di ajwain, la spezia indiana buona e utile al corpo

Arricchisci la tua cucina con sapori che arrivano da lontano, prova i semi di ajwain

Porta in tavola spezie nuove e saporite, scopri tutte le qualità dei semi di ajwain e come abbinarli al meglio per preparare piatti squisiti dal sapore insolito

Cucina dal mondo, ecco le spezie indiane

L’India è la patria delle spezie per antonomasia. Ne esistono centinaia di varietà e ognuna ha delle caratteristiche che la rendono unica e insostituibile. Tra le meno note ma più saporite ci sono i semi di ajwain, una spezia appartenente alla stessa famiglia del cumino, dell’anice, del coriandolo, del finocchio e di molte altre piante aromatiche.

Si riconosce dal color verde oliva e dall’aspetto simile al cumino. Il sapore è leggermente amaro e pungente e l’odore ricorda quello dell’origano o del timo (con cui è accomunata dal contenuto di timolo, appunto). Dato il sapore particolarmente forte ne bastano piccole quantità per insaporire le pietanze. Nella cucina indiana si utilizza per lo più in forma essiccata.

I piatti in cui è più facile trovarlo sono i panificati e i biscotti, ma è molto usato anche per insaporire praticamente tutti i tipi di secondi piatti e le zuppe.

Nei paesi Europei questi semi sono conosciuti anche col nome di Carum ajowan o erba del vescovo.

Oltre all’aroma particolare, inoltre, l’ajwain possiede anche numerose proprietà benefiche per l’organismo. Si tratta infatti di una spezia che aiuta la digestione e riduce l’acidità gastrica. Il contenuto di timolo, poi, lo rende un potente antisettico e antibatterico utilizzato per combattere diverse patologie a carico dell’intestino e contro la tosse.

I semi di ajwain sono una delle poche spezie che si possono assumere anche durante la gravidanza e l’allattamento, ma è sempre bene chiedere un parere medico prima di consumarla.

E se vuoi provare altri modi per insaporire le tue pietanze prova la marinatura a base di spezie, un’ottima alternativa alla cottura tradizionale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *