Input your search keywords and press Enter.

Sapone di Aleppo, tutti i segreti del sapone più antico del mondo

Prenditi cura di pelle e capelli con il sapone di Aleppo, un alleato speciale della tua igiene

Scegli la detersione naturale e delicata del sapone di Aleppo, uno dei saponi più antichi e tradizionali realizzato solamente con olio di oliva e alloro

Bellezza naturale, ecco che sapone usare

Prima dell’avvento di saponi liquidi e bagnoschiuma la pelle e i capelli venivano lavati con il sapone. Esistono tantissime ricette di sapone, ma ciò che le accomuna è la presenza di grassi e oli che, uniti ad altri ingredienti, lo rendono adatto alla detersione della pelle o dei capelli.

Uno dei più antichi, se non il più antico, è il sapone di Aleppo, chiamato così per la città da cui proviene, Aleppo, appunto, in Siria. La sua composizione è assolutamente naturale e prevede l’uso di soli due ingredienti, olio di oliva e olio di alloro.

Al giorno d’oggi è ancora prodotto artigianalmente seguendo lo stesso processo di saponificazione utilizzato sin dall’antichità. In un paiolo, l’olio d’oliva è addizionato con soda estratta dal sale marino e cotto per più giorni. Una volta conclusa la cottura si unisce una percentuale variabile di olio di alloro (dal 2% al 40%), che rende il sapone di Aleppo più profumato e più prezioso. Più è alta la percentuale di olio di alloro, più pregiato è il sapone.

Una volta pronto il sapone viene tagliato a mano nella classica forma quadrata e lasciato stagionare per almeno 9 mesi. Più è lungo questo processo di maturazione, migliore sarà il prodotto ottenuto.

E’ bene ricordare che la soda presente nella lavorazione scompare del tutto alla fine del processo e quindi non rappresenta un pericolo per l’utilizzo sulla pelle.

Il sapone di Aleppo è perfetto per pelli delicate e sensibili. Inoltre, grazie alla sua azione lavante si può usare anche per le pulizie domestiche e per il bucato oltre che per la persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *