Input your search keywords and press Enter.

Peperoncino cascabel, la delicata piccantezza nei tuoi piatti

Porta in tavola la piccantezza delicata del peperoncino cascadel, una speciale varietà messicana

Porta un tocco di sapore a tantissimi piatti con il peperoncino cascadel, una delle varietà meno piccanti ma più saporite di questo tipo di spezia

Cascabel, peperoncino delicato per le tue ricette

Esistono al mondo centinaia di specie di peperoncino, ognuna con caratteristiche e sapore diverso. Meritano un’attenzione particolare dei piccoli peperoncini originari del Messico, i cascabel.

Si tratta di peperoncini selezionati e creati incrociando diverse specie di piante. Sono anche chiamati “piccole campane” perché quando vengono agitati dopo essere stati essiccati fanno un rumore simile ad un sonaglio. Hanno un sapore piccante, ma non in maniera esagerata, e racchiudono anche piacevoli note agrumate. Sulla scala di Scoville la piccantezza si aggira intorno al valore di 1500, molto basso rispetto ai peperoncini tradizionali.

Aggiunti a crudo o in cottura nelle ricette donano un leggero tocco piccante, ma anche una certa dolcezza e un po’ di acidità ai piatti. Sono perfetti per quelle pietanze che richiedono un tocco di calore e una leggera “spinta” nel gusto. Si abbinano benissimo con manzo, maiale e pollo e si possono aggiungere interi a zuppe, chili e piatti a base di legumi.

Si utilizzano sia freschi che secchi, e la capsula tonda, che quando e fresca è particolarmente carnosa, contiene numerosi semini. Rispetto ad altri peperoncini il cascabel ha bisogno di più tempo per reidratarsi ed è preferibile rompere prima la pelle in piccoli pezzi eliminando i semi. Il peperoncino cascabel ha inoltre la caratteristica di colorare i piatti di rosso intenso e rilascia un sapore con note di tabacco e nocciole e un lieve retrogusto affumicato.

Ma questa non è l’unica spezia che rende i piatti saporiti e leggermente piccanti. Prova anche a dare un tocco speciale alle tue pietanze con la paprika, sia in versione dolce che forte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *