Input your search keywords and press Enter.

Olio essenziale di perilla, tutte le qualità e i benefici per l’organismo

Olio essenziale di perilla, l’alleato per la cura della pelle e contro le allergie

Scegli il benessere naturale ed elimina i fastidi delle allergie e i problemi di pelle con l’aiuto del’olio essenziale di perilla

Curati naturalmente con gli oli essenziali, ecco come

Ottenuto dai semi della Perilla frutescens, una pianta orientale, l’olio essenziale di perilla possiede numerose qualità medicinali. E’ utile sia come rimedio naturale che in cucina. Si usano i semi della pianta come tocco finale per condire zuppe raffinate, mentre le foglie, simili a quelle del basilico, si usano nella preparazione di sushi e sashimi.

L’olio essenziale estratto da questa pianta, invece, è un vero toccasana per combattere alcuni problemi di salute e per donare maggiore elasticità alla pelle, idratarla e tonificarla dall’esterno. Si può riconoscere dal colore giallo chiaro ed è molto ricco di Omega 3, di vitamina E e polifenoli. E’ un vero concentrato di sostanze anti-age che aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare e l’effetto dei radicali liberi.

Si utilizza principalmente sotto forma di unguento da usare nei massaggi, ma anche come ingrediente cosmetico per realizzare maschere di bellezza per il viso e creme emollienti per il corpo capaci di contrastare fastidiosi inestetismi cutanei come smagliature e cellulite. Ma tra le numerose potenzialità dell’olio di perilla spiccano anche quelle antinfiammatorie, antiallergiche e antifungine. E’ utile soprattutto in caso di reazioni allergiche, in alternativa ai consueti antistaminici.

Pur presentando effetti collaterali limitati, soprattutto se usato come antistaminico naturale, quest’olio è comunque sconsigliato in caso di diabete e per coloro che assumono farmaci antitrombotici o anticoagulanti orali. Va inoltre evitato in gravidanza e allattamento.

Ma questo non è l’unico olio essenziale che fa bene all’organismo. Scopri come eliminare l’herpes labiale, uno degli inestetismi cutanei più fastidiosi, con l’aiuto del tea tree, della ravinstara e della melissa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *