Input your search keywords and press Enter.

Olio essenziale di Origano: quali sono le proprietà e come usarlo

L’olio essenziale di Origano ha proprietà antinfettive, antivirali, antimicotiche e molte altre

L’Origano (Origanum Vulgare) è una pianta perenne aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, nativa dell’Europa e delle regioni centrali e meridionali dell’Asia.

Dalle sue sommità fiorite viene ricavato un olio essenziale dall’odore fenolico, un forte antinfettivo contro le patologie invernali usato principalmente per curare le infezioni delle vie respiratorie (come raffreddote, bronchite ecc.), dell’appartato digerente (come l’
Helycobacter pylori) e di quello urogenitale.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Origano

L’olio essenziale di Origano è un potente antinfettivo, antibatterico, antivirale, antiparassitario, antimicotico e tonico generale. Inoltre è anche un immunostimolante, espettorante ed emmenagogo, ovvero che stimola il ciclo mestruale.

Il carvacrolo (fenolo) contenuto in quest’olio essenziale è in grado di uccidere direttamente i germi distruggendo direttamente la loro membrana cellulare. Quest’azione viene completata, nell’olio essenziale, dal gamma-terpinene, un’altra molecola dalle proprietà antinfettive.

Il carvacrolo inoltre ha un’attività battericida su molti germi come E. coli, Staphylococcus aureus, Klebsiella pneumoniae, Bacillus subtilis, Enterococcus faecalis e Staphylococcus epidermidis, tranne però la Pseudomonas aeruginosa. Esso combatte con efficacia anche contro virus e parassiti.

Il carvacrolo è particolarmente efficace anche contro funghi quali Candida albicans, Saccharomyces cerevisiae, Aspergillus niger, e contro i dermatofiti.

Infine la molecole gamma-terpinene presente nell’olio essenziale di Origano è in grado di stimolare il buon umore e di contribuire a mantenere un buono stato di salute generale.

Come utilizzarlo

Per combattere la spossatezza si può diluire 1 goccia di olio essenziale in 9 gocce di olio vegetale e applicare con un messaggio sul plesso solare (nella parte addominale del corpo, esattamente sotto il diaframma) 1 volta al giorno. Dopodiché sospendere l’applicazione per 1 settimana dopo 3 settimane di utilizzo.

Per prevenire influenza, virus, e disinfettare l’aria di casa da eventuali batteri, si possono diffondere nell’ambiente 2-3 gocce di olio essenziale tramite diffusore di essenze o umidificatori dei termosifoni.

Controindicazioni

L’olio essenziale di Aneto è vietato per le donne in gravidanza o allattamento e per i bambini sotto i 6 anni.

Essendo irritante per la pelle e le vie respiratorie e dermocaustico allo stato puro, prima di applicarlo sulla cute si consiglia di testarlo per evitare qualche reazione allergica e diluirlo in un olio vegetale in una concentrazione del 15%. Inoltre non bisogna diffondere l’olio puro nell’ambiente, diluirlo al 5-10% in altri oli essenziali.

Le persone asmatiche e le persone epilettiche devono chiedere consiglio al proprio medico prima dell’utilizzo.

Come tutti gli oli essenziali, prima dell’utilizzo moderato è consigliabile rivolgersi al proprio medico di base o ad un farmacista al momento dell’acquisto.

Olio essenziale di Santoreggia montana: proprietà e usi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *