Input your search keywords and press Enter.

Olio essenziale di Niaouli: quali sono le proprietà e come usarlo

L’olio essenziale di Niaouli ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, espettoranti e molte altre

Il Niaouli (Melaleuca Viridiflora) è un albero della famiglia delle Mirtacee, nativo delle aree boscose del nord dell’Australia e della Papua Nuova Guinea.

Dalle sue foglie e i suoi rami si ricava un olio essenziale dall’odore aromatico, ricco di proprietà e benefici che lo rendono un ottimo alleato contro virus e infiammazioni delle vie respiratorie e cutanee.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Niaouli

L’olio essenziale di Niaouli ha proprietà antibatteriche, antivirali, antimicotiche, antinfiammatorie, antiparassitarie, espettoranti, mucolitiche, cicatrizzanti, insettifughe e toniche per la cute.

Esso è efficace per combattere i batteri resistenti come streptococchi, pneumococchi e enterococchi, e le sue proprietà antimicotiche lo rendono efficace anche in caso di candidosi.

L’olio, essendo un antivirale, è in grado di curare il virus responsabile dell’herpes labiale e dell’herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio).

Inoltre quest’olio, grazie alla presenza dell’1,8-cineolo, aiuta a regolare le risposte immunitarie dell’organismo in caso di infiammazioni e a calmare le sensazioni di calore e arrossamento che ne risultano.

L’olio essenziale di Niaouli è un antiparassitario in grado di agire a livello intestinale contro parassiti come Giardia Lamblia, Ascaris Lumbricoides e anchilostomi, e a livello cutaneo contro acari, pidocchi e zecche.

Come utilizzarlo

Per guarire da raffreddore, congestione nasale o naso che cola, si possono applicare 5 gocce di olio essenziale di Niaouli puro su un fazzoletto e inspirare, 5 volte al giorno finché non si notano miglioramenti.

Oppure si possono praticare i suffumigi: basta aggiungere 4-5 gocce di olio essenziale in una bacinella di acqua calda, coprirsi il capo con un panno e respirarne i vapori.

Per calmare la tonsillite, si può applicare 1 goccia su una compressa neutra da sciogliere in bocca, 4 volte al giorno per 3 giorni.

In caso di herpes labiale bisogna applicare 2 gocce di olio essenziale puro o, in base alla sensibilità della pelle, diluito al 50% in un olio vegetale (mandorle, jojoba, etc.) direttamente sull’herpes ogni 2 ore fino a quando scompare.

Contro l’herpes zoster si possono applicare 2 gocce di olio essenziale puro direttamente sulla zona infetta, 6 volte al giorno fino alla guarigione.

Per prevenire influenza, virus, e disinfettare l’aria di casa da eventuali batteri, si possono diffondere nell’ambiente 3-4 gocce di olio essenziale tramite diffusore di essenze o umidificatori dei termosifoni.

Controindicazioni

L’uso dell’olio essenziale di Noce Moscata è vietato per le donne in gravidanza e allattamento e per i bambini sotto i 3 anni.

Prima di applicarlo sulla cute si consiglia di testarlo per evitare qualche reazione allergica e diluirlo in un olio vegetale in una concentrazione del 20%.

Le persone asmatiche invece devono consultare un medico prima dell’utilizzo. Inoltre non va usato in caso di malattie ormonodipendenti.

Come tutti gli oli essenziali, prima dell’utilizzo moderato è consigliabile rivolgersi al proprio medico di base o ad un farmacista al momento dell’acquisto.

Olio essenziale di Noce Moscata: proprietà e usi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *