Input your search keywords and press Enter.

Olio essenziale di Cardamomo: scopri le proprietà e come usarlo

L’olio essenziale di Cardamomo ha proprietà carminative, antisettiche, toniche e anticatarrali

Il Cardamomo è una spezia e il suo nome indica propriamente la Elettaria, una specie di pianta tropicale della famiglia delle Zingiberaceae. Era conosciuto in Europa fin dai tempi dei Greci e dei Romani, che lo utilizzavano per produrre profumi, ed è attualmente nota come la terza spezie più cara al mondo dopo zafferano e vaniglia.

È noto e utilizzato soprattutto nei paesi orientali come Iran, India, Tibet e Cina grazie ai suoi poteri medicinali per curare infezioni a denti e gengive, prevenire e curare malattie della gola e alitosi, congestioni dei polmoni e tubercolosi polmonare, infiammazioni delle palpebre, disordini digestivi e calcoli biliari. Inoltre è efficace anche per curare mal di stomaco, stitichezza, dissenteria e altri disturbi digestivi.

Da esso viene ricavato anche l’olio essenziale, ricco di proprietà e benefici per il corpo.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Cardamomo

L’olio essenziale di Cardamomo è famoso grazie alle sue proprietà toniche e carminative per l’apparato digerente, antispastiche e nootrope, anticatarrali, espettoranti, antisettiche e antielmintiche.

L’olio svolge un’azione digestiva, carminativa e antisettica, infatti stimola la digestione e l’appetito, favorisce l’espulsione dei gas intestinali, è utile contro i dolori allo stomaco e può essere impiegato anche contro il mal di testa.

Ha un’azione antinfettiva, infatti quest’olio essenziale è il più efficace contro i parassiti intestinali (vermi).

L’olio essenziale di Cardamomo è efficace anche come anticatarrale ed espettorante, perchè stimola le ghiandole mucose delle vie respiratorie, aiuta a sciogliere i muchi e ne facilita l’espulsione dalle vie respiratorie.

Inoltre come antispastico e neurotropo, agisce a livello del sistema nervoso ed è coinvolto nell’insorgenza di spasmi: contrasta le molecole responsabili della contrazione dei muscoli striati o lisci. Consente anche di calmare o eliminare gli spasmi muscolari e i dolori ad essi associati.

Come utilizzarlo

Per combattere l’alito cattivo, si possono praticare gargarismi per 3 volte al giorno miscelando 4 gocce di olio essenziale di Cardamomo in un mezzo bicchiere di acqua.

Per i dolori allo stomaco, bisogna mescolare 4 gocce di olio essenziale con 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci, massaggiare sullo stomaco fino all’assorbimento e ricoprire con un panno caldo, restando distesi a riposo fino quando il dolore non si è calmato.

Per calmare il mal di testa, si possono mescolare 3 gocce di olio essenziale in 100 ml di acqua fredda, bagnarvi una benda o un fazzoletto, strizzarlo leggermente e stenderlo sulla fronte tenendo gli occhi chiusi. Restare quindi distesi a riposo per circa 15 minuti, immergendo nuovamente il fazzoletto nella miscela ogni cinque minuti circa.

Per disinfettare l’aria di casa si può diffondere l’essenza tramite diffusori d’essenze o umidificatori dei termosifoni.

Controindicazioni

L’uso dell’olio essenziale è vietato per le donne in gravidanza o allattamento e per i bambini sotto i 6 anni. Come tutti gli oli essenziali, prima dell’utilizzo moderato è consigliabile rivolgersi al proprio medico di base o ad un farmacista al momento dell’acquisto.

Olio essenziale di Ravensara Aromatica: proprietà e usi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *