Input your search keywords and press Enter.

Olio essenziale di Aneto: quali sono le proprietà e come usarlo

L’olio essenziale di Aneto possiede proprietà coleretiche, mucolitiche, carminative, battericide e altre

L’Aneto (Anethum Graveolens) è una pianta erbacea dai piccoli fiori appartenente alla famiglia delle Apiaceae, originaria del bacino mediterraneo.

Distillando i suoi semi si può ricavare un olio essenziale dall’odore dolce e fresco simile a quello del mentolo, noto per le sue proprietà stomachiche in grado di facilitare la digestione e anticatarrali.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Aneto

L’olio essenziale di Aneto ha proprietà coleretiche e colagoghe, ipocolesterolemizzanti, mucolitiche e anticatarrali, carminative, antispastiche, battericide, eupeptiche e anticoagulanti.

L’olio favorisce la secrezione della bile da parte del fegato e la sua successiva immissione nell’intestino. È in grado anche di ridurre i livelli di trigliceridi nel sangue e può quindi essere utilizzato come cardioprotettore.

Il carvone contenuto nell’olio essenziale aiuta a fluidificare le secrezioni delle vie respiratorie e ad eliminare i germi presenti nei muchi.

Il carvone inoltre favorisce l’evacuazione dei gas intestinali e permette di controllare le contrazioni dell’intestino.

Infine l’olio essenziale di Aneto contiene il limonene (monoterpene), un tipo di molecola dalle forti proprietà antinfettive e battericide.

Come utilizzarlo

In caso di bronchite è possibile diluire 1 goccia di olio essenziale in 4 gocce di olio vegetale e applicare sul torace e sulla parte superiore della schiena. Ripetere l’operazione 4 volte al giorno per 10 giorni.

Per combattere i problemi di digestione basta diluire 1 goccia di olio essenziale in 4 gocce di olio vegetale e applicare sull’addome dopo i pasti.

Controindicazioni

L’olio essenziale di Aneto è vietato per le donne in gravidanza o allattamento e per i bambini sotto i 6 anni.

Essendo allergizzante e irritante per la pelle e le vie respiratorie, prima di applicarlo sulla cute si consiglia di testarlo per evitare qualche reazione allergica e diluirlo in un olio vegetale in una concentrazione del 20%.

L’olio è controindicato in caso di calcoli biliari, e le persone asmatiche devono chiedere consiglio al proprio medico prima dell’utilizzo.

Non assumere per via orale più di 3 gocce al giorno, per un massimo di 10 giorni di trattamento. Inoltre potrebbe risultare potenzialmente nefrotossico se assunto per via orale in dosi elevate e per periodi prolungati.

Come tutti gli oli essenziali, prima dell’utilizzo moderato è consigliabile rivolgersi al proprio medico di base o ad un farmacista al momento dell’acquisto.

Olio essenziale di Galbano: proprietà e usi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *