Input your search keywords and press Enter.

Moringa, l’erba dei miracoli che arriva dall’India e fa benissimo al corpo

Curati naturalmente, ecco la moringa

Scegli erbe e piante che fanno bene all’organismo e prova la moringa, una pianta miracolosa usata nella medicina tradizionale indiana per le sue numerose proprietà benefiche

Medicina dalle piante, fatti aiutare dalla natura!

La moringa, chiamata anche pianta dei miracoli, è originaria dell’India orientale. E’ utilizzata sia in cucina che come cosmetico perché ricchissima di proprietà benefiche.

Ne esistono diverse varietà, ma quella più famosa è detta oleifera. Ecco quindi quali sono le sue caratteristiche e quali parti della pianta riguardano:

  • le foglie, che sono la parte più nutriente della pianta, sono ricche di proteine, vitamine e minerali, tra cui vitamina A, B1, B2, B3 e C, calcio, potassio, ferro, zinco, fosforo e magnesio
  • la pianta ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, grazie alla presenza di flavonoidi, polifenoli e acido ascorbico che combattono i radicali liberi e fermano l’ossidazione delle cellule
  • la polvere di moringa, grazie alle proprietà antibatteriche e antibiotiche, combatte la proliferazione dei batteri intestinali ed è utilizzata per curare ulcere, malattie del fegato, stipsi, gastrite, colite e problemi renali
  • gli isotiocianati, presenti nelle foglie e nei semi, proteggono contro il diabete e aiutano a controllare i livelli di zucchero nel sangue

Oltre a tutto questo, la moringa è consumata in cucina come verdura, e la pasta ricavata dai semi è utile per purificare l’acqua e renderla potabile.

Nei paesi Occidentali si usano soprattutto le foglie. Una volta essiccate, sminuzzate o polverizzate sono utili per la preparazione di infusi o bevande e come ingrediente di diversi integratori alimentari. In ambito cosmetico, invece, vengono utilizzati sia gli estratti della pianta che l’olio ottenuto dai suoi semi.

Come tutte le piante, anche la moringa presenta alcune controindicazioni. Gli estratti di radice, infatti, vantano proprietà abortive. Per questa ragione l’uso delle radici e dei loro derivati è sconsigliato durante la gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *