Input your search keywords and press Enter.

Maggiorana, la spezia gustosa e ricca di benefici per l’organismo

Usa la maggiorana e scopri il benessere con gusto

Il benessere dell’organismo passa anche dalla cucina, scopri come usare la maggiorana nelle tue ricette e quali sono le proprietà benefiche di questa spezia profumatissima

Spezie e salute, ecco come usare la maggiorana

La maggiorana è un’erba aromatica della stessa famiglia del timo e dell’anice. Ormai non cresce più spontaneamente in quasi nessuna parte del mondo, ma viene coltivata in tutta Europa.

Si tratta di un’erba profumatissima, caratterizzata da fiorellini bianchi e rosa che compaiono durante il periodo primaverile.

Si mantiene facilmente in vaso sul balcone, ma è facile anche trovarla pronta in barattolini già essiccata.

Oltre che per l’impiego in cucina è un vero toccasana per l’organismo. La sua ricchezza di vitamine e minerali la rende uno degli ingredienti più utilizzati in medicina naturale.

Il contenuto di ferro, calcio, rame, zinco, magnesio, potassiovitamine A, B, C e K, oltre gli acidi grassi e i flavonoidi le conferisce numerose proprietà medicinali. Tra le più importanti ci sono quella antinfiammatoria, antibatterica, digestiva, tonica, espettorante e antispasmodica, ma ne può vantare anche diverse altre.

I benefici che apporta all’organismo si possono riscontrare specialmente per la pelle, i capelli e le vie aeree. Agisce curando i disturbi gastrointestinali, raffreddore, tosse, mal di gola e stress.

Si può usare la maggiorana per insaporire tantissimi piatti, specialmente carne e zuppe, ma anche facendo suffumigi, infusi, tinture e olio essenziale. Per l’uso in cucina è consigliato aggiungerla ai piatti solamente alla fine della cottura per non perdere aroma e sapore, mentre per l’uso erboristico è perfetta in qualunque forma.

Come tutte le erbe e le spezie, tuttavia, anche la maggiorana presenta delle controindicazioni. E’ sconsigliato usarla come rimedio naturale in gravidanza e per i bambini di età inferiore ai 12 anni, mentre per l’uso culinario non ci sono particolari indicazioni da seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *