Input your search keywords and press Enter.

Ippocastano, la pianta preziosa che protegge i vasi sanguigni

Scegli il benessere naturale con i prodotti a base di ippocastano che aiutano il corpo a guarire

Prenditi cura del corpo in maniera naturale e sicura scegliendo le piante come fonte benefica, prova l’ippocastano e scopri come si prende cura dell’organismo

Ippocastano, ecco perché usarlo

L’ippocastano è una pianta ornamentale che produce semi racchiusi in ricci simili a quelli delle castagne, ma non commestibili. Conosciuto anche con il nome di castagna d’India è diffuso in tutta Europa ed è facilissimo trovarlo all’interno di parchi e giardini.

Pur non avendo scopi alimentari ha comunque tanti altri utilizzi grazie alle proprietà curative conosciute e usate dall’uomo fin dall’antichità.

Gli estratti ottenuti dai semi e dalla corteccia contengono una miscela di saponine e di flavonoidi, antiossidanti molto utili per i capillari e per le vene. Grazie ad un’azione protettiva e decongestionante si può notare un miglioramento dell’attività del microcircolo, che significa gambe meno gonfie e pesanti e capillari più forti e meno evidenti.

I prodotti a base di ippocastano inoltre, sono utilizzatati nel trattamento delle malattie rettali e in tutti i disturbi circolatori.

Ma non si utilizzano solamente i semi e la corteccia, anche l’estratto ottenuto dalle gemme dell’albero viene utilizzato per combattere la congestione venosa e gli accumuli di cellulite drenando i liquidi in eccesso.

Come si utilizzano i prodotti a base di ippocastano? Esistono compresse, estratti e una tintura madre che possono essere assunti durante la giornata in base alle indicazioni del medico o dell’erborista.

Come tutte le piante, tuttavia, ha comunque delle controindicazioni e degli effetti collaterali di cui tenere conto. E’ infatti sconsigliata durante la gravidanza e l’allattamento e in caso di assunzione di farmaci anticoagulanti.

Ma l’ippocastano non è l’unica pianta che fa bene al corpo. Scopri subito tutti i benefici del raperonzolo, la campanella selvatica che rinvigorisce l’organismo!

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *