Input your search keywords and press Enter.

Fave di tonka, golosità e pericoli di questa spezia Sudamericana

Fave di tonka, come usarle in cucina

Porta un sapore nuovo, esotico e delicato per le tue ricette: le fave di tonka, una spezia così buona ma allo stesso tempo così pericolosa che va usata con molta attenzione

Spezie esotiche, quali usare

Le fave di tonka, o semplicemente tonka, non molto conosciute in Europa. Si tratta deisemi di un albero originario del Sud America e che fa parte della stessa famiglia di piselli, fave e lenticchie. Questa pianta cresce principalmente in Colombia, in Amazzonia, in Guyana e nell’isola di Trinidad.

Le fave sono lunghe circa 3-4 centimetri, si presentano di colore bruno scuro e hanno un aspetto grinzoso dovuto al processo di essiccazione che subiscono dopo la raccolta. La consistenza ricorda il legno mentre il profumo è inconfondibile: ricordano per lo più mandorla, vaniglia e miele. Questo aroma è dovuto specialmente alla presenza di cumarina, un composto aromatico presente in molte specie vegetali.

Le fave tonka si utilizzano come la noce moscata, quindi grattugiate nelle ricette. L’utilizzo di una piccola quantità è dovuto a due fattori principali, il primo l’alto potere aromatico della polvere, ne basta pochissima, infatti, per dare profumo a intere pietanze. Il secondo motivo, invece, è la tossicità. Queste fave, infatti, sono altamente tossiche, ma solamente se consumate in grandi quantità (il pericolo si presenta dopo l’ingestione di decine di fave intere).

In cucina sono ottime sia nella preparazione di piatti dolci che salati. Creme, torte e dessert al profumo di tonka sono immancabili in molti ristoranti stellati, così come creme di verdure, drink e salse salate.

Grazie al loro profumo aromatico sono inoltre utilizzate anche per la formulazione cosmetica di creme, lozioni e altri prodotti per la bellezza.

E per i tuoi dolci prova anche lo sciroppo d’acero, un dolcificante che unisce gusto e salute nella tua dieta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *