Cloruro di magnesio: perché assumerlo?

L’importanza del magnesio: essenziale in tante reazioni metaboliche svolge anche una considerevole azione alcalinizzante del PH fisiologico dell’organismo.

Il magnesio è un minerale molto presente nel nostro organismo, il quarto per quantità, implicato in moltissime reazioni metaboliche soprattutto a livello del sistema nervoso centrale, di quello cardiovascolare, di quello digerente e muscolare. Ma gli studi più recenti hanno evidenziato l’importanza del magnesio, e in particolare se assunto sotto forma di cloruro di magnesio, anche per la sua azione alcalinizzante dei valori del Ph. È stato dimostrato come la sua azione si concentri soprattutto a livello intestinale: disinfiammando le sue pareti ne riporta il pH verso valori alcalini, creando un terreno biologico ottimale restío all’insorgenza di moltissime malattie.

cloruro di magnesio

Quali sono i cibi naturalmente più ricchi di magnesio?

È bene cercare di mantenere sempre buoni i livelli di magnesio attraverso una attenta alimentazione.
Gli alimenti più ricchi di magnesio biodisponibile per 100 grammi sono:

Semi di zucca: 550 mg
Cacao amaro: 499 mg
Farina di soia: 429 mg
Semi di finocchio: 385 mg
Cereali a bastoncini: 362 mg
Anacardi: 292 mg
Mandorle: 281 mg
Fagioli: 180 mg
Arachidi: 168 mg
Riso e pasta: 140 mg
Farina tipo 00: 137 mg
Farina di Mais: 127 mg
Lenticchie: 122 mg

È importante ricordare che anche il sale integrale è molto ricco di magnesio ma che è sempre più difficile da trovare, soppiantato dal sale industriale che durante i processi di raffinazione chimica perde ogni oligoelemento.

Perché soffriamo di carenza di magnesio? Quali sono i sintomi?

Molto spesso non riusciamo ad assumere le quantità giuste di magnesio che soddisfino il normale fabbisogno del nostro organismo perché i processi di lavorazione industriale dei cibi pronti ed estremamente raffinati impoveriscono gli alimenti non solo di magnesio ma di tutti i loro importanti elementi. Questo costringe il nostro corpo ad attingere alle riserve biologiche di cui disponiamo: circa 25 grammi presenti soprattutto nelle ossa, nei muscoli, nel cervello, nel fegato, nei reni e nei testicoli.

La forte carenza di magnesio si manifesta con sintomi evidenti e di varia natura: confusione mentale, variabilità dell’umore, movimenti involontari e incoordinazione muscolare, tremori e crampi muscolari, irregolarità cardiache ed alta pressione arteriosa, eccessiva sudorazione. Casi frequenti di carenza di magnesio si riscontrano in casi di abuso di alcol e nelle sindromi di cattivo assorbimento, come ad esempio in caso di celiachia, gastroenteriti, pancreatiti e molto spesso nella sindrome premestruale.

Non è da sottovalutare, poi, che il normale fabbisogno di magnesio aumenta fisiologicamente in alcuni momenti della vita e in alcune situazioni particolari come durante l’adolescenza, il periodo della gravidanza e del postparto, l’allattamento, la sindrome pre e post mestruale, la vecchiaia, la riabilitazione dopo operazioni chirurgiche, in caso di elevata assunzione di calcio, durante una dieta acidificante ricca di grassi, fosfati, zuccheri, caffeina, in caso di una intensa attività sportiva, sudorazioni abbondanti, stress fisico e psichico, ustioni, diabete, diarrea e disbiosi intestinale, disfunzione della tiroide, disturbi psichici, dolori cronici, assunzione di elevate dosi di medicinali, fibro-mialgie, ipertensione.

È possibile assumere integratori di magnesio in caso di carenza? In quali quantità? E in quale modalità?

In caso di deficit di magnesio è possibile integrarne il normale fabbisogno giornaliero con degli integratori specifici.
Quando si parla di integratori ricordiamo sempre che il parametro più importante da considerare è la biodisponibilità di magnesio che ogni integratore possiede.
Il cloruro di magnesio è un sale che apporta al nostro organismo circa 120 mg di magnesio per ogni grammo assunto.
Questo parametro è molto importante poiché al contrario di altri integratori minerali ha un apporto di magnesio biodisponibile molto simile agli integratori organici.
Tra le migliori forme organiche di integratori di magnesio troviamo il magnesio lattato con lo stesso quantitativo del cloruro di magnesio ed il magnesio citrato (Magnesio Supremo) con 160 mg di biodisponibilità.

Gli apporti giornalieri espressi in tabella sono quelli raccomandabili in condizioni di salute normali.

apporto giornaliero magnesio

È importante ribadire che il magnesio NON è un farmaco e non comporta particolari effetti collaterali ma è sempre bene parlarne con il proprio medico di fiducia prima di pianificarne l’assunzione.

Ricapitolando

Cloruro di Magnesio, Magnesio Lattato e Magnesio Citrato o Magnesio Supremo sono i tre migliori integratori dal punto di vista della biodisponibilità e quindi dal punto di vista dell’assorbimento di magnesio.
La forma più rapida, efficace e comoda è sicuramente quella in pastiglie.

Dati clinici dimostrano l’efficacia dell’assunzione del cloruro di magnesio anche a scopi curativi.

Questo l’elenco che rappresenta solo una panoramica delle più diffuse patologie che sono state alleviate e curate con un uso corretto e costante del magnesio.

Patologie neurali: mal di testa, spasmofilia neurale, iperemotività, poliomielite, depressioni, ansie, paure, nervosismo, turbe dell’umore, vertigini, malessere generale, crisi epilettiche, distrofie, sclerosi.
Patologie dell’apparato respiratorio: asma, raffreddore e raucedine, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, pertosse.
Patologie dell’apparato digerente: tutte le affezioni dell’apparato gastrointestinale.
Patologie dell’apparato scheletrico e muscolare: artriti, calcificazioni, crampi muscolari, dolori e mialgie, dolori vertebrali, cervicalgie, dorsalgie, lombalgie e sciatiche e pseudo-sciatiche, rigidità muscolare, osteoporosi, reumatismi.
Patologie infettive o derivanti da infezioni virus o batteriosi: febbre, influenza, fuoco di sant’Antonio (Herpes Zoster), orticarie, tetano (anche quando il paziente è già rigido), morsi di vipera (lavando anche la ferita), rabbia, parotite, scarlattina, rosolia, morbillo e le altre malattie dell’infanzia.
Patologie dell’apparato circolatorio: ipertensione, sclerosi.
Patologie della pelle: prurito, psoriasi.
Patologie tumorali: Il professor Pierre Delbet rilevò che in alcuni casi il cloruro di magnesio aveva arrestato lo sviluppo di alcuni tumori e di lesioni precancerose. In alcuni casi in cui l’organismo era stato sostanzialmente saturato da questo sale il tumore era addirittura regredito.

Ci sono effetti collaterali e interazioni?

L’assunzione di magnesio non provoca particolari effetti collaterali. Dosi elevate di cloruro di magnesio e/o di altri integratori a base di magnesio possono provocare lievi disturbi in genere semplici da superare quali nausea, mal di stomaco e dissenteria, tuttavia una ipermagnesiemia prolungata e non controllata potrebbe comportare disturbi e conseguenze abbastanza gravi come debolezza generale, vomito, aritmia cardiaca, respirazione faticosa. Ma certamente l’ipermagnesiemia insorge in seguito all’assunzione non controllata di dosi particolarmente elevate per lunghi lassi di tempo.

Se ne sconsiglia l’assunzione in caso di insufficienza renale dal momento che sono proprio i reni gli organi preposti allo smaltimento di questo minerale. Un loro mal funzionamento con conseguente accumulo eccessivo di magnesio potrebbe causare una grave ipermagnesiemia con rischi non trascurabili per la salute. Nei casi più gravi potrebbe portare addirittura all’arresto cardiaco.

Per approfondire la tua conoscenza sul Cloruro di Magnesio puoi scaricare gratuitamente l’E-Book del dott. Marco Roh e del dott. Leonardo Di Paola.

2 commenti

  1. Io mi trovo benissimo col Naturmag. Ha un rapporto qualità prezzo eccezionale. Purtroppo per il momento si trova solo online sul sito della Naturvis

  2. Sì salve volevo commentare anch’io il cloruro ……. volevo sapere se le persone che soffrono di gastrosofageo
    Possono assumere il magnesio cloruro grazie

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top