Input your search keywords and press Enter.

Cipolla germogliata? Scopri come utilizzarla in cucina e nell’orto!

Stop allo spreco: non buttare la cipolla germogliata

Aiuta l’ambiente e non buttare il cibo, scopri come cucinare la cipolla germogliata e come usarla per dare vita ad un piccolo orto casalingo

Impara a contenere gli sprechi in cucina

Spesso si tende a pensare che gli ortaggi germogliati siano tossici e non si debbano mangiare. Nel caso delle cipolle il germoglio è un di più: si tratta, infatti, di una parte prelibata da gustare esattamente come il resto dell’ortaggio.

Il germoglio è facile da riconoscere, inizia a spuntare dal centro della cipolla dopo qualche tempo che rimane nella dispensa. Si tratta di un’infiorescenza verde chiaro, quasi bianco, simile ad uno stelo che cresce giorno per giorno.

Ma come si mangiano i germogli delle cipolle? Dato il loro gusto delicato e meno penetrante rispetto al bulbo sono perfetti mangiati freschi nelle insalate, nei piatti freddi aggiunti a fine cottura a zuppe, minestre e secondi piatti. Basta sminuzzarli finemente con un coltello e aggiungerli come tocco finale alle ricette.

Quando però le cipolle germogliate sono troppe c’è anche un altro modo di utilizzarle per non sprecarle. Sono perfette, infatti, da piantare per dare vita a tante nuove piantine e creare un piccolo orticello casalingo. E’ facilissimo, basta un vasetto di diametro 14/16 cm ed un po’ di terriccio universale. Il germoglio va tenuto fuori dalla terra e la cipolla va inserita in verticale con le radichette che poggiano in basso. Dopo qualche tempo si vedrà crescere una nuova pianta pronta a dare i suoi frutti!

Ovviamente in base al tipo di cipolla nascerà una piantina diversa, e la stessa cosa è possibile farla anche con aglio e scalogno per averli sempre freschi a disposizione. Se raccolto prima della completa maturazione si avrà poi il cosiddetto cipollotto, un ortaggio dal sapore delicato di cui è possibile mangiare praticamente ogni parte, dal bulbo allo stelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *