Input your search keywords and press Enter.

Il cardamomo, una spezia versatile e curativa ancora poco conosciuta

Scopri le proprietà curative e culinarie del cardamomo, una spezia famosissima in tutti i paesi orientali

Aggiungi sempre gusti nuovi alla tua cucina e scopri tanti rimedi naturali per la tua salute con le spezie: ecco il cardamomo e tutte le sue prorpietà

Benessere e gusto con il cardamomo, ecco come usarlo

Il temine cardamomo indica alcune varietà di una spezia che cresce nelle zone tropicali di tutto il mondo. E’ famosissimo in tutti i paesi orientali sia per le sue capacità curative che per l’uso in cucina.

In Europa e nel mondo occidentale è ancora poco conosciuto, ma sta conquistando sempre più palati anche nelle cucine stellate.

Del cardamomo si consumano i semi neri che hanno un grande potere aromatico e sono ricchi di benefici per l’organismo. Nella medicina tradizionale è un rimedio per la cura dei denti e le infiammazioni gengivali, per tosseraffreddore, per problemi di digestione e intestino irritabile. In più sembra che abbia un effetto disintossicante contro il veleno di serpenti e scorpioni.

Ma non è ancora finita, infatti, visto il suo ottimo aroma, questa spezia è in grado di combattere l’alitosi contribuendo a mantenere pulito tutto il cavo orale.

Per quanto riguarda la cucina, invece, gli usi del cardamomo spaziano dalle ricette dolci a quelle salate. Viene spesso utilizzato per aromatizzare liquori e bevande e preparare dolci e confetture. Famosissimo è anche il caffè al cardamomo preparato inserendo i semi pestati di una o due bacche all’interno della moka.

Il cardamomo è anche un ingrediente usato per creare vari mix di spezie come il Garam masala e le paste al curry.

Dato il costo elevato bisogna sempre controllare il cardamomo prima dell’acquisto. I semi neri devono essere racchiusi in bacche verdi e non scure per essere certi che sia la spezia giusta.

Ma questa non è l’unica spezia pregiata che possiamo provare in cucina e non solo: scopri tutte le qualità dello zafferano e come usarlo!

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *