Input your search keywords and press Enter.

Betaina nei cosmetici, idratante ed emolliente naturale

Pelle idratata e morbida con la betaina

Scopri cosa contengono i tuoi cosmetici: ecco tutte le qualità e gli utilizzi farmaceutici della betaina

Cosmesi naturale, materie prime sicure

La betaina è uno degli scarti della lavorazione della barbabietola da zucchero. Si tratta di un amminoacido conosciuto anche come Trimetilglicina, e fa parte dell’ampio gruppo delle vitamine B.

Tra i vegetali che ne contengono di più, oltre alle barbabietole, ci sono anche spinaci, broccoli, amaranto e quinoa.

E’ già da molto tempo uno degli ingredienti immancabili in integratori e vitamine da assumere per via orale, ma sta prendendo piede sempre di più anche nella produzione cosmetica. Le aziende farmaceutiche utilizzano la betaina nella formulazione di diversi cosmetici e prodotti per la cura della pelle per le sue qualità emollienti e idratanti.

Grazie alla sua solubilità ed alla capacità di rendere coese le molecole di acqua, infatti, è un ottimo ingrediente ad azione idratante ed umettante. La capacità di contrastare i processi di invecchiamento cellulare e di combattere i radicali liberi ne fanno inoltre un principio attivo dalla spiccata azione riparatrice e protettiva dei tessuti.

Per questo motivo è un ingrediente che si può trovare facilmente nell’INCI di detergenti per la pelle e i capelli. La sua azione, in più, aiuta a mitigare l’aggressività dei tensioattivi contenuti nel prodotto.

Ma le qualità che rendono la betaina così utile in campo cosmetico sono molteplici. Presenta infatti un’ulteriore caratteristica: la capacità di rendere solubili principi attivi come l’allantoina, l’acido salicilico e gli acidi colici. In questo modo diventa un ottimo emulsionante per la realizzazione di creme ed altri preparati cosmetici.

Data la sua naturalezza è una delle materie prime cosmetiche con meno controindicazioni. E’ impossibile parlare di sovradosaggio a meno di assumerla per via orale, ed è adatta anche per le pelli più sensibili. Da prestare attenzione l’utilizzo in caso di gravidanza e allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *