Input your search keywords and press Enter.

Alcol cetilico nei prodotti cosmetici, utilizzi e proprietà

Ingredienti cosmetici sicuri, cos’è l’alcol cetilico

Scegli prodotti cosmetici sicuri per il tuo organismo, scopri a che cosa serve l’alcol cetilico e perché viene scelto nelle formulazioni

Cosmesi naturale, ecco i prodotti giusti

L’alcool cetilico è definito chimicamente come un alcole grasso saturo a lunga catena alifatica. Si estrae chimicamente dai trigliceridi di origine vegetale. All’interno delle formulazioni cosmetiche si usa come emulsionante ceroso in tantissimi prodotti, creme e lozioni. In etichetta si può trovare con la dicitura Cetyl Alcohol.

Usato con la funzione di emulsionante cosmetico aumenta la stabilità del prodotto finito, modificando la struttura acquosa in gel fino ad ottenere quella che viene definita struttura a cristalli liquidi. All’interno dei prodotti per il viso e per il corpo svolge anche un’azione emolliente e protettiva per la pelle. Rispetto ad altri alcol presenti nei cosmetici conferisce un tocco più cremoso e untuoso, meno asciutto e più piacevole sulla pelle.

L’alcool cetilico puro può essere inserito in emulsioni per la cura della pelle e in prodotti privi di acqua sotto forma di stick, creme e lozioni. Per i capelli, invece, si usa nei balsami e nelle maschere per aumentarne la viscosità. A differenza di altri emulsionanti, come ad esempio l’alcol cetilstearico, conferisce ai prodotti un tocco più umido e untuoso, meno asciutto sulla pelle.

La percentuale d’uso consigliata varia dall’1-2% per prodotti da usare sulla pelle fino al 5-8% in emulsioni e in balsami per capelli. Si inserisce nella fase grassa della formulazione e ha un punto di fusione di circa 50°.

A differenza di altri emulsionanti, però, tende a creare un effetto scia sulla pelle e per questo spesso è usato in associazione con prodotti antischiuma per prevenire questa sgradevole sensazione.

Ma tra le diverse materie prime presenti nei tuoi cosmetici ce ne sono tantissime molto importanti da conoscere. Scopri ad esempio cos’è la carnitina e come agisce sugli accumuli di grasso sottocutaneo e sulla pelle a buccia d’arancia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *